in-slide-1.jpg

Io il rugby lo vedo così

L'iniziativa Io il rugby lo vedo così, ideata nel 2014 dall'Associazione Invictus e dal Rugby Falconara Dinamis A.S.D., nasce dall’idea di offrire la possibilità ai bambini del Minirugby di Falconara di dare il proprio sostegno alla costruzione del fondo documentario del club riguardante le tematiche dello sport, dell’etica, della solidarietà e dell’impegno verso gli altri e verso il territorio: la Mediateca del Sostegno.

Lo spirito di inclusione promosso dalla disciplina del rugby è un principio fondante dell’azione del Rugby Falconara, che si pone come uno spazio di accoglienza delle idee di tutti i suoi componenti.

Seguendo questo principio, l’obiettivo dell’iniziativa è di favorire gradualmente il senso di appropriazione della Mediateca da parte dei bambini, incoraggiandoli ad avvicinarsi alla lettura del materiale disponibile (per lo stesso scopo, ci stiamo attrezzando con una serie di fumetti a tema sportivo).

Al contempo, ci interessa conoscere come i nostri minirugbisti vedono il loro sport: cosa piace loro della pratica del rugby e cosa questa insegna loro.

I bambini del Rugby Falconara e delle altre Società Sportive marchigiane sono stati invitati, insieme ai loro genitori, a inviare a mezzo e-mail la scansione di disegni e pensieri scritti sul tema del progetto “Io il rugby lo vedo così”.

I documenti sono stati raccolti in un libro a stampa e in versione elettronica che è stato presentato in occasione dell’inaugurazione della Mediateca de Sostegno, il 10 Maggio 2014 e ora fa parte del suo fondo documentario.

 

Nel 2015, Io il rugby lo vedo così è giunto alla seconda edizione, grazie al sostegno e al patrocinio della F.I.R. - Comitato Regionale Marche, e l'invito a partecipare è stato esteso alle scuole in cui operano le società rugbistiche delle Marche.

Come l’anno precedente, l’obiettivo dell’iniziativa è stato conoscere come i minirugbisti vedono il loro sport: cosa piace loro della pratica del rugby e cosa questa insegna. L’idea di fondo è che i bambini possano essere allo stesso tempo protagonisti della loro avventura sportiva e autori della sua narrazione.

I minirugbysti hanno potuto così esprimere le loro idee sullo sport che praticano, mentre gli alunni delle scuole hanno raccontato la loro visione dell’immaginario che il rugby è in grado di suscitare attraverso il gioco, i racconti, i media.

 

Le edizioni di Io il rugby lo vedo così sono scaricabili ai seguenti link: