C’erano tutti e tre gli ingredienti di una epica giornata di rugby sabato 14 Gennaio al raggruppamento di minirugby UNDER 12 di Fano:
allegria, tanta voglia di giocare e molto, molto, (ho già detto molto?) fango.
Lo spirito con cui i ragazzi del Rugby Falconara entravano in campo era già chiaro al momento del riconoscimento arbitrale quando Giamma chiosava “ahah Mandolini e Flauti: praticamente siete parenti!” (adesso arriva, anche io ci ho messo un po’ a capirla).
Il calendario delle partite è il seguente: Pesaro 1, Pesaro 2 Fano. Si gioca su due campi quindi senza possibilità di riposarsi fra un match e l’altro.
Partita n°1. Al fischio iniziale parte una serie di incursioni da entrambe le parti intermezzate da colossali tuffi nel fango il quale rende la corsa una specie di gara di pattinaggio. Man mano che passa il tempo i ragazzi prendono confidenza col fondo e sfoderano difese eroiche alternate a azioni corali che li portano al termine di una gara equilibrata e combattutissima ad uscire dal campo vincitori per 3-2 sul Pesaro 1.
Partita n°2. Gasati dalla partita precedente i granchi partono subito al massimo segnando nel primo tempo varie mete. Nel secondo tempo si assiste al riscatto del Pesaro che prova a rifarsi sotto con un paio di mete ben giocate, ma i nostri ragazzi non mollano e con una serie di azioni corali blindano il risultato.
Partita n°3. La stanchezza si fa sentire e l’inizio è un po’ incerto. Il fano mette a segno la prima meta ma i granchi rispondono subito e si riportano avanti. Al crepuscolo il risultato finale è 5-2 per il Falconara.
Fine delle partite, adesso inizia il match delle mamme contro le lavatrici.
In calce alcune considerazioni:
-tutte e tre le partite sono state equilibrate, giocate contro avversari coriacei e dunque belle da vedere;
-sempre ottima l’organizzazione degli amici di Fano che hanno anche servito un III tempo particolarmente apprezzato dai ragazzi;
-il gruppo sta crescendo e sta trovando una bella armonia ed è proprio il “collettivo” costituito dall’amalgama fra i senatori con le proprie individualità e i nuovi che non si tirano mai indietro di fronte “alla chiamata” a rendere possibili giocate spettacolari e piene di inventiva, di cui non credevamo in grado i nostri ragazzi. Merito va dato agli allenatori.
Bravi! Si ritorna in campo il 28 Gennaio al Cormorano.

18/12/2016

Domenica sul campo di Fermo la prima squadra non ha dimostrato il suo valore, il Mister Montesi si è rimangiato le belle parole della precedente competizione di Fabriano, abbiamo vinto grazie a Jack, il Capitano, che è stato determinante. Si comincia molto male quando arrivati a Marina Palmense ci accorgiamo di non avere la muta delle maglie, il morale è sceso sotto il livello del mare e l’autostima si è volatilizzata. Il sacrificio di Steven ci ha consentito di iniziare la partita almeno con i pantaloncini da gioco mentre la maglia è rimasta quella che molto gentilmente gli amici di Fermo ci hanno prestato, Rossa: forse per la prima volta abbiamo giocato senza la nostra maglia una partita di campionato!!!

Viste le premesse e l’inesperienza dei ragazzi giovani, si è visto un primo tempo con i Granchi sempre nella propria metà campo a difendere la meta e con un punteggio parziale di 3-0. Nel secondo tempo, dopo aver sgranchito le chele, il ribaltamento della situazione in campo ha rincuorato il gruppo consentendo la supremazia territoriale e le due mete segnate e trasformate da Jack: insomma, quando la testa c’è i risultati si vedono.

P.S. Quel disgraziato/delinquente/irresponsabile che ha dimenticato la muta da gioco al Cormorano, il giorno dopo è stato eletto Presidente del Club dal nuovo Consiglio Direttivo eletto in Assemblea dei Soci di Lunedì 12 Dicembre.

Manero

Serie C2 Girone 1

Rugby Fermo 6 (0 mete) - Rugby Falconara 14 (2 mete)

Formazione: 15 Davide Palpacelli, 14 Bramucci Lorenzo (Coppari Mattia), 13 Mastri Simone, 12 Kouassi Kouame, 11 Hajayed Ahamed (Ferretti Daniele), 10 Bianconi Giacomo, 9 Gambelli Elia (Lorenzo Lambertucci), 8 Re Emanuele, 7 Marziani Erik, 6 Simonetti Gabriele, 5 Brunelli Ivan, 4 Filipponi Francesco, 3 Fiocchi Roberto, 2 Fratoni Andrea (Petrelli Steven), 1 Filippetti Giacomo.

A disposizione: Ungureanu Ion.

Mete: (57' e 65') Bianconi.
Trasformazioni: (57' e 65') Bianconi.

18-12-2016

Ultima partita della nostra Under 16 per questo 2016 quasi al termine. Oggi in campo abbiamo visto una squadra a due facce: incisiva, ben organizzata ed efficace nel primo tempo, svogliata, poco concentrata nel secondo tempo... Cosa succede?? Forse è colpa dell'arrivo delle feste... della poca voglia di concentrarsi o di giocare? Non si sa... Certo è che ci piace e sicuramente piace ai ragazzi più il Falconara del primo tempo!!! Abbiamo vinto 38 a 22, contro un Fabriano coraggioso e caparbio nel voler imporsi. La prossima sarà la bella sfida con Jesi il 22 gennaio del 2017 in casa, vi aspettiamo.

Lea

Formazione: Gambelli, Bordoni, Muzi, Camoni, Rossi, Verde, Kalaja, Corinaldesi, Borriello, Borodenko, Pacenti, Tataranni (CAP), Pantaloni, Marineac, Galatello
Allenatori: Giacomo Bianconi, Giovanni Scarfato
I Granchi Falconaresi dell'Under 14 hanno ripetuto oggi la bella prestazione della scorsa settimana, disputando, contro i pari età di Ancona, una convincente partita, in cui si sono alternate belle giocate, a qualche eccessivo personalismo, sicuramente frutto della voglia di ognuno di lasciare il segno su una partita obbiettivamente mai in bilico. Con questa partita terminano le partite del 2016; si riprenderà a fine gennaio per iniziare un 2017 sicuramente ricco di soddisfazioni per i ragazzi.

Ferdinando

Mammamia! Cantavano gli ABBA negli anni ’70.
E Mammamia! Hanno gridato i genitori ed i ragazzi della Under12 ieri pomeriggio a Jesi.
Si, va proprio detto, i ragazzi hanno dimostrato di avere coraggio, intelligenza e perseveranza. Il girone non sembrava semplice, anche solo per il fatto che avremmo dovuto affrontare i padroni di casa: la tanto temuta Jesi!
Ma andiamo per ordine: dopo la prima partita vinta meritatamente 5-2 contro i ragazzi di Fabriano/Valmetauro, è arrivato il momento di affrontare i colleghi di Jesi. La partita con i Leoni Jesini mette sempre agitazione, si sa, sono sempre tanti, sono organizzati e poi giocano in casa! La tensione c’era ed era tangibile tra i Granchi: la partita è stata tiratissima; stava terminando il match, il risultato era sul 2-2, il tempo stava per scadere, ma all’ultimo istante, all’ultima azione, un attimo prima che l’arbitro fischiasse la fine della partita, Alessandro Tifi è andato prepotentemente in meta! Clamoroso ….risultato finale..3-2!!!!!
Che emozione: siamo riusciti a battere i forti padroni di casa, difendendo con le unghie e con i denti…. e soprattutto attaccando con sana ignoranza.

L’umore in campo era altissimo, e sugli spalti non era da meno: i genitori urlavano a squarciagola incitando la squadra.
Esaltati dal risultato, i ragazzi hanno affrontato gli amici del Fano vincendo e rafforzamento dell’umore dei Granchi. Con l’ottimo risultato di 9-1, abbiamo vinto anche la terza partita del girone e andiamo in finale per il 1° e 2° posto, ma chi dobbiamo affrontare? Il tempo di organizzare la squadre, Coach Mandolini provvede a dispensare gli ultimi consigli, carica i ragazzi come delle molle per farli scendere in campo ed affrontare i fortissimi ragazzi di Pesaro.

Si, proprio loro, il Pesaro, la squadra che ci ha sempre intimorito, quella squadra contro la quale non abbiamo mai vinto (per loro merito), contro la quale negli anni abbiamo accumulato un numero di mete subite difficilmente calcolabile.
E vabbè ci siamo detti, siamo comunque in finale! Un secondo posto è più che dignitoso!
Fischio di inizio, subiamo un paio di mete quasi senza accorgerci ..i nostri difendono bene, ma Pesaro vuole vincere e vuole aggiungere un’altra tacca, l’ennesimo risultato positivo, al proprio palmarès. Si continua a giocare, placcaggi….sudore….nervosismo e voglia di fare comunque bene, e arriviamo 3-1, sempre per le Formiche.
Poi riusciamo a fare un’altra meta, 4 a 2, ma siamo sotto di due mete, e manca veramente poco alla fine.

Cosa ci si può inventare ancora? Quando tutto sembra perduto…i nostri granchi hanno stretto i denti, si sono organizzati sotto la guida del Mister e…hanno incredibilmente trovato lo spazio ed il modo per sfondare la difesa avversaria per ben due volte. Partita finita 4-4!!!!

I granchi ci sono e, almeno per questa volta, hanno tenuto testa alle fortissime formiche riscrivendo una storia che nel minirugby durava da sempre. Mammamia!

Dino

I tornei nazionali costituiscono sempre una grande occasione per confrontarsi con realtà esterne, alimentare l’entusiasmo di tutto il gruppo che partecipa e verificare internamente lo stato dell’organizzazione del settore minirugby.
Il torneo Città del Tartufo ci accoglie con una giornata tersa di quelle che solo il migliore autunno sa mettere in piedi e piano piano il calore scioglie quell’angoscia che le notizie del sisma arrivate quando già si era in viaggio avevano fatto sorgere nei cuori dei partecipanti.
Il rugby Falconara si presenta con tre squadre sotto organico, costituite però da granchietti per nulla rassegnati tanto che U8 ed U12 decidono di chiedere di giocare partite a ranghi ridotti contando solo sulle proprie capacità. Non è facile affrontare un torneo in queste condizioni visto che si è costretti a rimanere in campo qualsiasi cosa accada ma i ragazzi non si sono mai demoralizzati mettendo entusiasmo e grinta anche contro squadre ben più blasonate fra le quali Fiamme Oro, Unione rugby Capitolina e Perugia.
Il risultato sportivo è stato altalenante, ma alla fine della giornata i ragazzi avevano quella luce nello sguardo che racconta sia la gioia di essersela giocata a testa alta anche quando gli avversari erano evidentemente superiori, sia la tigna di volerci riprovare.
Belle giocate fra i più piccoli che hanno tirato fuori una determinazione inaspettata. Miglior piazzamento per la U12 che cede il 5° posto agli amici dell’Imola solo ai tempi supplementari e dopo una bella rimonta.
Un ringraziamento al Rugby Città di Castello che ci ha ospitato ed un arrivederci al prossimo anno (o anche prima, chissà).

Riporto qua sotto i nomi dei partecipanti perché sono pochi e perché a loro va il merito di aver tenuto alto il nome del Rugby Falconara.
U8: Tiano, Capotondo, Taddei (Gabro III), Tarini, Ragnetti.
U10: Tiano, Donvito, Capotondo, Taddei, Rossi, Fabietti.
U12: Amori, Marinelli, De Cosmo, Donvito, Polzoni, Gresta, Petrella, Marinaec, Mandolini, Segato, Tifi.

 

David

30-10-2016

Andata anche la terza di campionato: abbiamo perso 26 a 19 contro uno Jesi determinato e che non voleva perdere in casa propria. Che dire? I nostri ragazzi giocano veramente bene, sono grintosi, ordinati ed hanno veramente "le palle" ...sì, sono talmente carichi che coinvolgono tutti, la panchina e i genitori fuori, che bel gioco che si vede! Cosa è mancato allora? Risposta: la testa, la disciplina e soprattutto l'umiltà. Ricordate: senza questi ingredienti non si vince! Comunque i segnali sono molto positivi e noi siamo tutti orgogliosi di questo bel gruppo! Forza ragazzi!!!

Lea

Sono scesi in campo: Amori, Bordoni, Muzi, Marineac, Verde, Kalaja, Gambelli, Tataranni, Pantaloni (Cap). Allenatore: Giacomo Bianconi.

Trasferta difficile oggi per l'under 14 che, svegliatasi di prima mattina a suon di terremoto, ha partecipato con nove elementi al raggruppamento di Pesaro, che prevedeva anche la partecipazione di ragazzi di Jesi. Un primo ringraziamento va proprio ai ragazzi di Jesi e Pesaro che hanno permesso ai nostri di svolgere comunque le due partite previste. Un secondo tributo ai ragazzi scesi oggi in campo che, al di la delle due sconfitte, hanno sicuramente vissuto una grande esperienza , superando le difficoltà incontrate sul campo, riuscendo quindi ad emergere con un accresciuto bagaglio esperienziale.

Ferdinando

Formazione: Amori , Bordoni, Muzi, Camoni , Rossi, Verde, Kalaja, Galatello (CAP), Gambelli , Borodenko, Corinaldesi, Tatananni , Pantaloni, Marineac, Borriello.
Allenatore: Giovanni Scarfato
Esordio casalingo della Under 14 in un raggruppamento che prevedeva la partecipazione di avversarie di rango come Jesi e Pesaro.
Nella prima partita contro Jesi i ragazzi hanno inizialmente sofferto, come gli avversari , il campo bagnato che rendeva il pallone difficilmente controllabile. Apre le marcature Jesi cui risponde Amori con una bella ripartenza; Verde trasforma. Vanno poi in meta Borodenko ( non trasformata) e Bordoni (non trasformata) fissando il punteggio finale sul 17 -5.
Nella seconda partita con Pesaro i Granchi soffrono soprattutto nel primo tempo, riuscendo nel secondo a guadagnare campo con belle azioni di gioco. La partita si chiude con la vittoria di Pesaro per 0 a 24.

Ferdinando

Seconda domenica di campionato...portiamo i nostri primi cinque punti a casa!!!

Finisce con il punteggio di 86 a zero la nostra seconda domenica di campionato contro gli amici di Fabriano, una società che come la nostra è nata da pochi anni e che sta vivendo un grande sviluppo potendo già schierare nei vari campionati diverse squadre. Oggi è stata una partita a senso unico, con la bella novità del nostro Rauf in campo titolare nel ruolo di ala!!

La squadra è stata compatta ed efficace, andando avanti con positività e grinta, ingredienti essenziali per affrontare questo bel campionato. Bravi ragazzi!

Lea

Pagina 6 di 13
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Sponsor Etici

sponsor-etico-iom

sponsor etico tenda