10/04/2016

Formazione: Pierpaoli, Siddique, Serra, Chaabane, Bramucci , Verde, Costa, Re, Pazzaglia, Martarelli, Cherchez , Serafini, Podolschii, Fabbiani, Pergolin.
A disposizione: De Vito, Iannolo, Nath, Canonici, Gambelli, Mastri, Mishaxhiu.

Allenatore: Ariel Pierpaoli.

Oggi al Sena Park di Senigallia primo dei due impegni di campionato Under 18, previsti per gli atleti di Falconara, che hanno incontrato fuori casa la compagine di Fano con cui rivaleggia per il terzo posto in classifica. La partita, come previsto, è stata equilibrata, combattuta, giocata con grande correttezza dalle due compagini. Il risultato finale di 31 a 26 conferma quanto i ragazzi si siano impegnati fino alla fine, con due marcature di Pierpaoli e due di Nath, portando a casa il bonus difensivo e delle quattro mete segnate.
Domenica 24 si torna giocare al Sena Park, questa volta in casa contro la compagine di Pesaro.

20/03/2016

Quella trascorsa è stata un’altra domenica di sofferenza per la Prima Squadra sul rettangolo verde di Castel San Pietro Terme (BO).

La fortuna ha sorriso agli avversari facendo scegliere loro il campo con il vento forte ed il sole alto entrambi a favore rendendo vani i nostri calci di liberazione; nonostante questa ulteriore difficoltà i ragazzi hanno cominciato la partita con la giusta mentalità dimostrando che quando le teste e le gambe girano bene possiamo dire la nostra a tutti.

Poi la stanchezza che sale e l’entusiasmo che scende, unitamente alla fragilità emotiva dell’intero gruppo, hanno messo la ciliegina amara su una torta venuta male e per la seconda partita di seguito usciamo dal campo pesantemente sconfitti e senza segnare punti sul tabellino: Castel San Pietro 46 – Rugby Falconara 0.

Tutti noi conosciamo i risultati negativi della Prima Squadra dell’ultimo periodo e ricordiamo il campionato di C2 vinto solo 3 stagioni sportive or sono; probabilmente lo stridente contrasto di emozioni che abbiamo e stiamo provando ci limita nell’esternare il sostegno a questo gruppo, ne sono certo. Avete guardato gli occhi dei ragazzi quando escono dal campo dopo l’ennesima sconfitta? Io mi sono sentito male per loro immaginando lo scoramento e la delusione che possono provare e la relativa tristezza che ne deriva; forse il rispetto del dolore e dello sconforto dei giocatori mi impedisce di dimostrarmi vicino in qualche modo a loro? Solo questa è per me la motivazione plausibile per giustificare l’assenza di molte Granchie e Granchi a fianco della squadra che oggi ha più bisogno di sostegno di tutte le altre del Club.

L’esperienza che il Club sta vivendo con la 1° Squadra ci serva da insegnamento: il Rugby è uno sport CRUDO, come ha detto Vittorio Munari al termine dell’ultima partita della Nazionale Italiana di Rugby con il Galles, perché vince sempre il più forte che, per onorare l’avversario, non fa melina e non regala il punto della bandiera ma spinge e lotta fino alla fine.

Per ringraziare gli atleti della 1° Squadra per quanto stanno facendo al club, chiedo a tutte le Granchie e a tutti i Granchi di far sentire loro il sostegno, dimostrando che stiamo soffrendo per loro e con loro: facciamoci vedere a bordo campo la domenica, offriamo loro una birra in CH, una pacca sulle spalle per dire “forza e coraggio” durante la settimana, diamo disponibilità a collaborare con il gruppo Senior e ad animarlo con nuovi amici e nuove amiche, la prossima trasferta riempiamo un pullman di supporters e di tanta voglia di stare insieme a loro.

E’ certo che il percorso per riportare questo gruppo al vertice del movimento regionale sarà lungo e in salita ma, siccome vincere la promozione in Serie B con atleti formati nel nostro settore giovanile è il grande sogno sempre più condiviso nel Club, sono sicuro che l’intero collettivo del Rugby Falconara Dinamis ASD saprà aspettare pazientemente, osservando e sostenendo i progressi dei ragazzi dei gruppi giovanili che già da oggi promettono grandi soddisfazioni.

Formazione: Ivan che in terza linea si è battuto con tutte le sue forze, Pollo e Cane che hanno resistito in campo tutta la partita, Ivo che con il ginocchio al 50% ha fatto il massimo che poteva, il Palpa che da libero ha fatto un solo avanti sulla ricezione dei calci alti, Fede che digli tutto ma non di mancare ad una partita perché sennò ci sta male, Lollo che è peggio di Fede, Erik fuori ruolo che s’è messo il caschetto e non ha fatto storie, Jack che ha provato a inventarsi qualcosa perché s’è proprio rotto di perdere, Locciò che le sue sgroppate a rompere il placcaggio sono già nella storia del Club, Steve che è meglio dell’acciaio Aisi 316... inossidabile, Danielì che ha mantenuto la promessa ed è tornato in campo, Simo che gli si vede distante un chilometro se ha vinto o ha perso nonostante sia molto silenzioso, Michelì che ha rotto tante uova nel paniere della touche avversaria, Mattia che ha giocato con un dito della mano rotto, Boris che se prende coscienza delle sue potenzialità non lo ferma più nessuno, Ale Marcò che ha tanto rugby da imparare quanto tanta umiltà da insegnare... dimostrando tutti uno spirito di sacrificio e senso di appartenenza al Club non comuni.

Manero

20/03/2016

Formazione: Re, Mishaxhiu, Coppari, Chaabane, Bramucci, Gambelli, Costa, Calusio, Martarelli, Canonici, Serafini , Iannolo, Nath, Pergolini, Pazzaglia.

A disposizione: Mastri, Cherchez, Siddique, Serra, De Vito

Allenatore Ariel Pierpaoli.


Combattutissimo incontro oggi al Cormorano fra i Granchi di Falconara e i pari età sambenedettesi.
 San Benedetto inizia la partita con un gran ritmo, che mette in difficoltà i falconaresi, la cui determinazione porta a guadagnare spazio, gioco e due mete di Costa e Pazzaglia, trasformate da Calusio, cui risponde San Benedetto con una meta non trasformata verso lo scadere del tempo. 
Alla ripresa del gioco San Benedetto di nuovo in meta, non trasformata, cui replica Falconara con una veloce marcatura in ripartenza di Siddaque, trasformata anche questa da Calusio. 
Il caldo primaverile comincia a farsi sentire sulle gambe delle due compagini, che comunque si fronteggiano con impeto fino alla conclusione della partita.

Dopo giorni di pioggia incessante arriva il giorno del raggruppamento e il Cormorano ci accoglie vestito col suo abito migliore: un sole abbagliante, un prato sterminato di margherite accompagnato da ettolitri di Sacra Fanga. È così che assieme agli altri animaletti del parco che fanno capolino dalla propria tana per vedere se è passata la buriana, anche i Granchi spuntano fuori per godersi il tepore di una insperata giornata primaverile.

Un programma intenso che prevede si la proiezione delle partite del 6 Nazioni in Crab House e il ben più avvincente torneo regionale di minirugby che si disputa sul campo di casa.

Il Granchi sono al gran completo con tutte le categorie schierate, dalla Under 6 alla Under 12, assieme a loro in campo le compagini di Jesi, Fano, Ancona, Recanati e per la prima volta nella categoria Under 8, un rappresentante dei Praetoriani di Loreto subito assoldato nelle fila del Falconara.

I ragazzi si sono divertiti molto, chi a rotolarsi nel fango, chi a raccogliere margherite; in fondo una delle prerogative di questo sport è che servono le competenze di tutti no? Ma quando è il momento di giocare tutti concentratissimi (o quasi).

Non ho commenti tecnici da fare, c’erano così tante attività in corso che gli occhi non riuscivano a contenere tutto e poi lo stand con porchetta e birra mi ha un po’ distratto. Ma al Cormorano c’erano proprio tutti e questo è quello che conta in una squadra: il decano Old Tortorelli a vigilare sulla spinatrice, il Capitano della Senior Loccioni assieme al prode Contini a soppesare il gioco espresso dalla Under 10 e i Ragazzi della Under 16 che distribuivano panini lungo il campo. Come se non bastasse, i giocatori del minirugby si sono fermati fino a tarda sera per festeggiare assieme il rugby e il compleanno di tre “senatori”.

Lascio la foto di Luca T. a testimonianza della giornata, ringraziando coach Mariano che ha guidato pro tempore la Under 12, le ragazze della Club House, i porchettari/salcicciari, ma soprattutto i ragazzi ed i genitori che hanno partecipato e contribuito a rendere possibile tutto questo.

Alla prossima,

David

12 Marzo 2016

In ritardo mostruoso per il torneo di Pesaro, ma ampiamente in tempo per il torneo svoltosi ieri, riporto un breve "resoconto"... sperando di non annoiarvi troppo!!

 

Prologo: Che parafrasare le simpatiche iperboli lessicali de "Il TRAP" nazionale ci sia d'aiuto!

Hi Guys, che ci fossimo abituati bene ultimamente lo avevamo avvertito un po’ tutti!! La recente vittoria al torneo di inverno a Pesaro ci aveva galvanizzato di molto, e giustamente aggiungo! Per la prima volta vincitori sul campo della squadra marchigiana storicamente più forte, una squadra ed una società davvero ben organizzate. Trovammo tutti i centimetri buoni attorno noi, centimetri che alla fine di una epica cavalcata a due, dalla metà campo in avanti, aveva portato il nostro istrionico architetto a metter giù la palla oltre la linea di meta. Una palla che così piazzata ci sembrò da subito la pietra angolare su cui erigere una storia fatta di tanti altri successi. Son convinto che sarà ancora cosi, ma ieri, con ogni probabilità, in tutti quei centimetri attorno a noi, non ci siam battuti con la determinazione invocata da Tony D’Amato.
Ma noi siamo i GRANCHIAVANTI, non i Miami Sharks, e davanti a noi, in quel di Monsampolo, avevamo Beerbanti e Ruderi. Più rudi che Ruderi, a ben vedere. L’unico birbante… forse… Ma no, come si fa solo a pensare…
Chissà se ieri, nel tardo pomeriggio, Jeppo sia sobbalzato sulla sua poltrona, con le sue patatine in mano, sul finale della partita Inghilterra – Galles, almeno quanto il nostro coach durante la nostra prima partita, è sobbalzato dalla panchina? Panchina che forse troppo presto ha voluto abbandonare per rientrare in campo!! Tant’è!! Di sicuro non son mancati tutti quegli ingredienti che fanno di un torneo old un bel modo di stare insieme: fair play, sano agonismo, voglia di stare insieme. Il tutto sotto l’abile regia degli amici Beerbanti.
A proposito… Qualcuno di voi ha notizie del nostro ex team manager? Dopo il dolce incontro di ieri… ehi ehi, non ricamateci troppo sopra, mi riferisco all’incontro con una torta terra-aria arrivatagli dalle mani fin troppo arruffone (e questo lo testimonia il mio maglione) del nostro buon coach, pare si sia attardato ancora un bel po’, alla nuova club house appena inaugurata, all’urlo di battaglia “vogliamo le olive!!!”.
Ecco!!! Questo sì, è stato l’unico vero ingrediente che ieri è inaspettatamente mancato. Ma son sicuro che ci rifaremo!!
Rivolgo un caloroso saluto, ed un arrivederci presto in campo, ai Ruderi, che ci hanno superato al termine di una partita dai tanti capovolgimenti di fronte, con il punteggio finale di 3-2, ed ai Beerbanti, vittoriosi di misura, che da sempre si confermano “avversari” e compagni di rugbosi fine settimana! Ed un affettuoso saluto anche a Jeppo, che ormai avrà riportato il proprio battito cardiaco ad un regime più consono, ma potrebbe, forse, avvertire ancora un leggero fischio alle orecchie... :)
Stay tuned, compagni della palla ovale!!

Ehm, lasciatemi ancora qualche carattere, per ricordare l’esordio del nostro Alessandro, un ragazzo di carattere (appunto), che son sicuro rimarrà Granchiavante per lungo, e lungo tempo ancora!!

Il Granchronista Matteo

 

Vittoria al cardiopalma!!!

Oggi, nel campo dei nostri amici di Pesaro, abbiamo vinto una delle partite più difficili del nostro campionato di un punto: 31-30...

Pesaro molto organizzato e competitivo, Falconara con poca concentrazione e scarica di energia. Nonostante questo, a due minuti dalla fine e sotto di quattro punti, ci abbiamo creduto; i ragazzi, tornando ad essere dei granchi combattenti, hanno segnato una bellissima meta e festeggiato la vittoria!!!

Grande emozione in campo, tanto che il mister della prima squadra, Marco Montesi, chiamato a sostituire il mister Antonio Rea, si è commosso di fronte a tanto coraggio ed ha ringraziato i ragazzi per questa bellissima esperienza in panchina con loro. W il rugby!

Campo pesante e avversario tosto. Ascoli, come nel precedente incontro, ha dimostrato di essere una buona squadra ma non un gruppo molto affiatato a differenza dei nostri ragazzi. Questo sicuramente ha fatto la differenza. I nostri ragazzi hanno capito che tutti i componenti della squadra sono importanti, da quello più prestante fisicamente a quello meno, da quello più preparato tecnicamente a quello che è alla sua seconda partita. Mai un battibecco tra di loro anzi, spesso si sostengono l'uno con l'altro. Questa è una bella vittoria.
Unica nota negativa della giornata l'infortunio alla caviglia dell'estremo Pretoriano Roberto Monaco.
Bravissimi.

 

13/03/2016

Formazione: Pierpaoli, Bramucci, Coppari, Chaabane, Siddique, Mastri, Gambelli, Calusio, Martarelli, Canonici, Serafini, Iannolo, Pazzaglia, Pergolini, Cherchez.
A disposizione: De Vito, Nath, Mishaxhiu


Allenatore Ariel Pierpaoli.


Tornano nuovamente al Campo del Cormorano i ragazzi dell'Under 18, che agli ordini di coach Pierpaoli affrontano i pari età di Ascoli. 
Ascoli apre le marcature con una meta ad inizio partita cui rispondono Pierpaoli e Coppari con due mete a testa
. Ad inizio secondo tempo vanno di nuovo in meta Pierpaoli e successivamente Coppari e Siddique. 
I ragazzi falconaresi, pur avendo raggiunto la vittoria con un tondo punteggio, sono stati imprecisi ed incostanti nell'applicazione del gioco, arrivando così più volte in meta, permettendo però diverse marcature all'avversario.

FALCONARA – Domenica 6 alle ore 14:30 al “Campo del cormorano” i Granchi affronteranno il San Benedetto in uno scontro diretto fondamentale in chiave salvezza.
Domenica servirà tutta la determinazione che i nostri ragazzi sanno tirare fuori nei momenti importanti, servirà l’entusiasmo dei due ragazzi della U18 convocati e servirà il sostegno di tutti gli amici e i sostenitori del Rugby Falconara che invitiamo a bordo campo per spingere assieme a tutta la squadra la palla oltre la linea di meta.
CONVOCATI: Bianconi, Brunelli, Carletti, Chaabane, Contini, Coppari, Del Latte, Filippetti, Filipponi, Fiocchi, Kouassi Kouame, Lambertucci, Loccioni, Montanari, Marziani, Palpacelli, Petrelli, Savini, Serafini…. e tutti noi!

28/02/2016

Formazione: Pierpaoli, Coppari, Re, Chaabane, Bramucci, Gambelli, Costa, Calusio, Martarelli, Pazzaglia, Iannolo, Serafini, Pergolini, Fabbiani, Podolschii. A disposizione: Cherchez, Verde, Mastri, Canonici


Allenatore Ariel Pierpaoli.


Tornano alla vittoria i ragazzi di Falconara con una prestazione convincente nel punteggio e nel gioco. 
Nel primo tempo i Granchi vanno quattro volte in meta con Chaabane, Pierpaoli, Bramucci e Re, e Calusio ne trasforma tre su quattro.
 Nel secondo tempo arrivano altre quattro mete di Calusio (due), Costa e Canonici, che suggella l'ottimo esordio dei ragazzi di Senigallia nella compagine Falconarese: il loro contributo è stato fondamentale nell'andamento della bella prestazione. Calusio trasforma ancora due delle quattro mete.

Pagina 9 di 13
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Sponsor Etici

sponsor-etico-iom

sponsor etico tenda